COVID 19: informazioni e documenti per le famiglie

La presente pagina e i documenti ad essa allegati sono soggetti ad aggiornamento in base all'evoluzione della situazione epidemiologica e alle relative disposizioni del Ministero della salute e del Ministero dell'Istruzione.

Informazioni sono reperibili anche nella sezione RIPARTENZA SCUOLE della Regione Lombardia al link: https://www.ats-milano.it/portale/RIPARTENZA-SCUOLE-Studenti-e-genitori

Sono confermate le consuete misure igenico-sanitarie di prevenzione, anche in caso di completamento del ciclo vaccinale:

  • divieto di accesso o permanenza nei locali scolastici in caso di sintomatologia respiratoria o febbre superiore a 37,5°;
  • obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione della vie respiratorie per tutti gli alunni sopra i 6 anni e per tutto il personale scolastico; il dispositivo previsto è la mascherina di tipo chirurgico;
  • rispetto del distanziamento sociale di almeno un metro;
  • igienizzazione e lavaggio frequente delle mani;
  • pulizia approfondita e aerazione frequente degli spazi.

Dal Rapporto ISS 58/2020, i sintomi di COVID-19 più comuni nei bambini sono:

febbre (temperatura pari o superiore a 37,5°), tosse, cefalea, sintomi gastrointestinali (nausea/vomito, diarrea), faringodinia (mal di gola), dispnea, mialgie, rinorrea/congestione nasale.

I sintomi più comuni nella popolazione in generale sono:

febbre, brividi, tosse, difficoltà respiratorie, perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia), rinorrea/congestione nasale, faringodinia, diarrea.

Riepilogo gestione assenze alunni da parte delle famiglie:

  • nel caso di assenze dovute a motivi famigliari o di svago l’alunno rientrerà a scuola presentando l’autodichiarazione modello B;
  • nel caso di assenze per generici motivi di salute, non compatibili con il Covid-19, l’alunno rientrerà a scuola presentando l’autodichiarazione modello C;
  • nel caso in cui l’alunno sia stato sottoposto a tampone rientrerà a scuola presentando “attestazione di riammissione sicura in collettività” rilasciata dal proprio medico curante.

Disposizioni di accesso ai locali scolastici e agli uffici di segreteria.

L’accesso di utenti esterni è limitato ai soli casi di effettiva necessità, con ordinario ricorso alle comunicazioni a distanza, previo appuntamento telefonico per permetterne la programmazione (telefono: 0377900482 – e-mail: loic80800n@istruzione.it).

All’accesso si procederà a regolare registrazione del visitatore.

Procedure da attuare in caso di comparsa della sintomatologia simil Covid-19 a scuola o a casa

CASO DI COMPARSA SINTOMI SIMIL-COVID A SCUOLA

1) L’alunno attende in apposita area separata. Il Referente Covid chiama i genitori che dovranno recarsi a prelevare il figlio da scuola nel più breve tempo possibile.

2) I genitori devono contattare il proprio PLS ( pediatra libera scelta) o il MMG ( medico medicina generale) per valutazione clinica del caso ed eventuale richiesta di test diagnostico (tampone).

Oppure

3) I genitori possono decidere di recarsi autonomamente ad un presidio ad accesso libero per effettuazione del tampone, con apposito modulo di autocertificazione. Dovranno contattare comunque il proprio PLS/MMG.

4) L’alunno che ha ricevuto indicazione di effettuare il tampone verrà riammesso a scuola, nel caso il tampone fosse positivo, previo rilascio da parte del PLS/MMG di un'attestazione di avvenuta guarigione e nulla osta all’ingresso o al rientro in comunità.

5) In caso di patologie diverse da COVID-19, con tampone negativo, l'alunno rimarrà a casa fino a guarigione clinica seguendo le indicazioni del PLS/MMG che redigerà un'attestazione che l’alunno può rientrare scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per COVID-19.

6) L’alunno che non ha ricevuto indicazione di effettuare il tampone si ripresenterà a scuola con opportuno allegato C.

Si vedano i moduli allegati a fondo pagina.

CASO DI COMPARSA SINTOMI SIMIL-COVID A CASA

1) L’alunno resta a casa e i genitori avvisano la scuola dell’assenza per motivi di salute.

2) I genitori devono contattare il proprio PLS/MMG per valutazione clinica del caso ed eventuale richiesta di test diagnostico (tampone).

Oppure

3) I genitori possono decidere di recarsi autonomamente ad un presidio ad accesso libero per effettuazione del tampone, con apposito modulo di autocertificazione. Dovranno contattare comunque il proprio PLS/MMG.

4) L’alunno che ha ricevuto indicazione di effettuare il tampone,nel caso il tampone fosse positivo, verrà riammesso a scuola previo rilascio da parte del PLS/MMG di un'attestazione di avvenuta guarigione e nulla osta all’ingresso o al rientro in comunità.

5) In caso di patologie diverse da COVID-19, con tampone negativo, l'alunno rimarrà a casa fino a guarigione clinica seguendo le indicazioni del PLS/MMG che redigerà un' attestazione che l’alunno può rientrare scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per COVID-19.

6) L’alunno che non ha ricevuto indicazione di effettuare il tampone si ripresenterà a scuola con opportuno allegato C.

Si vedano i moduli e le circolari informative allegati a fondo pagina. 

GESTIONE QUARANTENA

Rimangono confermate le ordinarie procedure di gestione dei casi possibili/confermati da gestire in collaborazione con le Autorità sanitarie territorialmente competenti (gestione casi positivi, tracciamento e quarantena dei contatti stretti, allontanamento dalla scuola di soggetti con sintomi suggestivi di Covid-19).

Sono state aggiornate le misure di quarantena, in base alla nota ministeriale prot. 36254 dell’11/08/2021, che prevede:

  • per i soggetti contatto stretto di caso che abbiano completato il ciclo vaccinale da 14 giorni, è previsto un periodo di quarantena di almeno 7 giorni dall’ultimo contatto con il caso che si deve concludere con esito negativo del tampone molecolare o antigenico. In alternativa, quarantena di 14 giorni anche in assenza di test diagnostico;
  • per i soggetti contatto stretto di caso che non abbiano completato il ciclo vaccinale rimangono necessari 10 giorni di quarantena con test antigenico o molecolare negativo al termine. In alternativa, quarantena di 14 giorni dall’ultima esposizione al caso, in assenza di test diagnostico o molecolare;
  • i soggetti contatto stretto di caso che non abbiano completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni, qualora il contatto positivo fosse un caso da variante Beta, possono rientrare in comunità dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni a partire dalla data di prelievo del tampone risultato positivo, e previo tampone antigenico/molecolare negativo. La negativizzazione del test diagnostico è quindi obbligatoria per il rientro in collettività.

I genitori sono tenuti a comunicare tempestivamente alla scuola, rivolgendosi al Referente Covid, presente in ogni plesso, i casi di:

  • alunno che risulti positivo al Covid-19
  • alunno individuato come contatto stretto di caso positivo accertato al di fuori del contesto scolastico (esito positivo al tampone di un famigliare convivente o di altro contatto stretto).

Queste informazioni sono essenziali per la gestione dei casi di quarantena e l’attivazione della DAD ove prevista.

L'informativa sul trattamento dei dati è reperibile nella pagina Privacy del sito.

CIRCOLARI ESPLICATIVE E ALLEGATI PER GIUSTIFICAZIONE ASSENZE SONO IN FASE DI AGGIORNAMENTO.

COMUNICAZIONE ALUNNO POSITIVO O IN QUARANTENA
Rapporto ISS COVID 58_Scuole_21_8_2020.pdf
Elenco presidi tampone sul territorio
Check list per le famiglie per rientro sicuro.pdf
Allegati
ALLEGATO A - DICHIARAZIONE INIZIO AS PER MINORE.pdf
ALLEGATO B - DICHIARAZIONE RIENTRO POST ASSENZA PER MINORE.pdf
ALLEGATO C- DICHIARAZIONE IN INGRESSO PERSONALE INTERNO ESTERNO.pdf
rapporto ISS marzo 2021.pdf