Piano di miglioramento

L’autovalutazione dell’istituto (RAV) costituisce un’analisi approfondita, sistematica e periodica delle attività e dei risultati dell’organizzazione, confrontati con le migliori pratiche a livello nazionale e territoriale, che persegue lo scopo di individuare aree e modalità di miglioramento e che viene attuata attraverso le seguenti analisi:

  • misurazione interna dei risultati degli apprendimenti e degli obiettivi di processo;
  • misurazione esterna a seguito somministrazione delle prove INVALSI per cui gli esiti raggiunti dagli alunni delle classi interessate diventano  elemento di studio in uno sviluppo verticale nel corso degli anni e concorrono al controllo dell’aderenza del piano curricolare d’Istituto con gli  standard nazionali, regionali e territoriali;
  • verifica finale indirizzata a conoscere il grado di soddisfazione di chi ha vissuto, realizzato e utilizzato l'offerta formativa realizzata.

L’istituto ha individuato nell’ambito del RAV (rapporto di autovalutazione) le priorità strategiche che orientano le scelte della scuola sia dal punto di vista generale e identitario sia rispetto ai percorsi da intraprendere per il miglioramento degli esiti degli alunni e degli studenti.

Le priorità sono correlate a traguardi e a obiettivi di processo e riguardano i risultati scolastici, i risultati delle prove standardizzate nazionali e le competenze chiave europee e costituiscono il Piano di miglioramento di istituto.

PRIORITA' STRATEGICHE DESUNTE DAL RAV (Rapporto di autovalutazione di istituto)

INNOVAZIONE DIDATTICA PER IL SUCCESSO FORMATIVO DEGLI ALUNNI NEI VARI PERCORSI DI ISTRUZIONE


Obiettivi di processo collegati al percorso

CURRICOLO, PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE

-  Realizzare una progettazione didattica che inglobi le competenze chiave europee e le life  skills in modo trasversale.

-  Incrementare l’utilizzo delle metodologie attive per sviluppare i processi cognitivi secondo la logica dell'apprendimento per scoperta.

-  Individuare i risultati in termini di traguardi di competenza disciplinari e trasversali da  verificare mediante “compiti di realtà”, prestazioni autentiche ,compiti realizzati in contesto  vero o verosimile e in situazioni di esperienza.

AMBIENTE DI APPRENDIMENTO

-  Incrementare la flessibilità didattica e organizzativa per creare un ambiente di    apprendimento adatto a sostenere e stimolare lo sviluppo delle competenze.

-  Curare un clima d'aula favorevole allo sviluppo delle life skills.

INCLUSIONE E DIFFERENZIAZIONE

-  Sviluppare le competenze chiave per l'inclusione sociale.

-  Utilizzare le nuove tecnologie e le attività laboratoriali per valorizzare le potenzialità e i     talenti di ciascuno.

CONTINUITA' E ORIENTAMENTO

-  Sviluppare in modo sistematico e strutturato le abilità cognitive, emotive e relazionali che    permettono agli alunni di operare scelte e affrontare le richieste e le sfide della vita.

-  Incrementare l'adozione di metodi laboratoriali per attivare motivazione, autonomia e apprendimento attivo degli studenti.

ORIENTAMENTO STRATEGICO E ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA

- Rendere sempre più funzionale e strutturata per il conseguimento degli obiettivi strategici della scuola l’attività del gruppo dei docenti coordinatori della progettazione educativo-didattica delle varie classi.

-  Analizzare i dati a distanza relativi all’andamento del progetto educativo, formativo e didattico per stimarne gli impatti e gli effetti in termini numerici e di qualità.

SVILUPPO E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE

-  Proseguire l’azione formativa per il miglioramento della qualità del servizio attraverso lo sviluppo delle potenzialità del personale scolastico.

-  Potenziare le capacità dei docenti nella progettazione e gestione di ambienti di apprendimento per utilizzare con maggiore efficacia strategie didattiche motivanti (laboratoriali, peer to peer, cooperative, ciclo apprendimento esperienziale, ...)

INTEGRAZIONE CON IL TERRITORIO E RAPPORTI CON LE FAMIGLIE

-  Sostenere una maggiore partecipazione delle famiglie degli alunni ai momenti di incontro con la scuola e al percorso di apprendimento dei propri figli. 

DIDATTICA PER COMPETENZE


Obiettivi di processo collegati al percorso

CURRICOLO, PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE

- Realizzare una progettazione didattica che inglobi le competenze chiave europee e le life skills in modo trasversale.

- Incrementare l’utilizzo delle metodologie attive per sviluppare i processi cognitivi secondo la logica dell'apprendimento per scoperta.

- Individuare i risultati in termini di traguardi di competenza disciplinari e trasversali da verificare mediante "compiti di realtà", prestazioni autentiche, compiti realizzati in contesto vero o verosimile e in situazione di esperienza.

AMBIENTE DI APPRENDIMENTO

- Incrementare la flessibilità didattica e organizzativa per creare un ambiente di apprendimento adatto a sostenere e stimolare lo sviluppo delle competenze.

- Curare un clima d'aula favorevole allo sviluppo delle life skills.

INCLUSIONE E DIFFERENZIAZIONE

-  Sviluppare le competenze chiave per l'inclusione sociale.

-  Utilizzare le nuove tecnologie e le attività laboratoriali per valorizzare le potenzialità e i talenti di ciascuno.

CONTINUITA' E ORIENTAMENTO

- Sviluppare in modo sistematico e strutturato le abilità cognitive, emotive e relazionali che permettono agli alunni di operare scelte e affrontare le richieste e le sfide della vita.

-  Incrementare l'adozione di metodi laboratoriali per attivare motivazione, autonomia e apprendimento attivo degli studenti.

ORIENTAMENTO STRATEGICO E ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA

-  Rendere sempre più funzionale e strutturata, per il conseguimento degli obiettivi strategici della scuola, l’attività del gruppo dei docenti coordinatori della progettazione educativo-didattica delle varie classi.

-  Analizzare i dati a distanza relativi all'andamento del progetto educativo, formativo e didattico per stimarne gli impatti e gli effetti in termini numerici e di qualità.

SVILUPPO E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE

- Proseguire l'azione formativa per il miglioramento della qualità del servizio attraverso lo sviluppo delle potenzialità del personale scolastico.

- Potenziare le capacità dei docenti nella progettazione di ambienti di apprendimento per utilizzare con maggiore efficacia strategie didattiche motivanti (laboratoriali, peer to peer, collaborative, ciclo apprendimento esperienziale, ...).

INTEGRAZIONE CON IL TERRITORIO E RAPPORTI CON LE FAMIGLIE

- Sostenere una maggiore partecipazione delle famiglie degli alunni ai momenti di incontro con la scuola e al percorso di apprendimento dei propri figli.

       

Allegati
Obiettivi processo e priorità Piano miglioramento.pdf